I sogni sono più colorati, strani e anarchici della realtà perché nell’inconscio non valgono le leggi della logica. Nei sogni ci diciamo la verità. È un peccato che non stiamo ad ascoltarli, perché sarebbe bello vivere così, come se fossimo in una dimensione onirica, liberi totalmente dal tempo, dallo spazio, dalla logica.